Fluttarn dei C+C=Maxigross è la prima coproduzione di Vaggimal Dischi e Trovarobato

CCMaxigross-Fluttarn_cover

Esce il 6 novembre il nuovo album dei C+C=Maxigross, dal titolo Fluttarn. L'album inaugura la collaborazione tra la nostra etichetta e l'eccellente Vaggimal Dischi, e tra gli ospiti speciali include Martin Hagfors, Marco Fasolo (Jennifer Gentle)Miles Cooper Seaton (Akron/Family) Håkon Gebhardt (Motorpsycho).

Fluttarn”, il secondo album dei C+C=Maxigross, conclude una trilogia di dischi registrati nei loro Vaggimal Studios presso Vaggimal (Verona), paesino di 114 anime situato a 732 metri s.l.m., iniziata nel 2011 con il primo ep “Singar” (“cantare” in Cimbro) e proseguita nel 2013 con il primo album “Ruvain” (“rumoreggiare, far rumore”). I titoli in Cimbro, lingua arrivata sui monti lessini tra Verona, Trento e Vicenza nel medioevo da popolazioni germaniche, vogliono essere un omaggio a una terra magica e sconosciuta quali sono le montagne sopra Verona. Ormai in Lessinia questa lingua è parlata e conosciuta da poche decine di persone.

L'avventura dei C+C=Maxigross è cominciata nel 2008 per il puro piacere di registrare una manciata di folk song in una casa di montagna e si è evoluta fino a far diventare il collettivo un vero e proprio punto di riferimento della scena folk psichedelica al di fuori dei confini nazionali. La loro musica ha infatti attirato artisti internazionali come l'americano Miles Cooper Seaton (Akron/Family) e il norvegese Martin Hagfors (HGH e stretto collaboratore di Jaga Jazzist, Motorpsycho e molti altri) oltre che a Marco Fasolo (producer e leader dei Jennifer Gentle) e Håkon Gebhardt (storico batterista dei Motorpsycho).



Fluttarn” è il culmine di questi anni passati on the road in tutta Europa, suonando oltre 200 concerti in grandi festival come Primavera Sound, Fusion Festival, Eurosonic, Reeperbahn, CMJ (New York), Arezzo Wave (di cui sono stati vincitori nazionali nel 2012), MIAMI e molti altri. Dall'uscita di “Ruvain”, il loro primo album pubblicato nell'aprile 2013, la band non si è fermata per un anno e mezzo sforando le 120 date del Ruvain tour.

Hanno poi pubblicato nel novembre 2014 un ep speciale con il progetto “An Instantaneous Journey with Martin Hagfors” in cui il collettivo ha suonato assieme al cantautore norvegese delle nuove versioni di suoi vecchi brani che hanno poi portato in giro in tutta Italia in due tour ad hoc. Nel dicembre 2014 si sono poi rinchiusi nella loro casa di montagna per lavorare finalmente al successore di “Ruvain”. In queste lunghe session i C+C hanno registrato tantissimo materiale sintetizzando tutte le esperienze provate in questi anni di live. Da questa enorme mole di materiale di partenza (oltre 20 “pezzi” e innumerevoli versioni in presa diretta) è iniziata una fase di selezione ed elaborazione, poi di scarto e raffinamento che ha portato a 10 tracce.

Dal punto di vista sonoro “Fluttarn” rappresenta un'evoluzione verso una stratificazione e una complessità negli arrangiamenti ormai lontani dal folk pop naif dell'ep d'esordio “Singar” e dal folk d'ispirazione sixties del primo album “Ruvain”. Se fino ad ora la band veniva spesso e volentieri definita folk pop (e la musica pubblicata ad oggi lo confermava) con questo secondo album ci si sposta verso sonorità a cavallo tra gli anni '60 e i '70, dal pop barocco e psichedelico dei The Zombies di Odessey and Oracle e i Love di Forever Changes fino a lidi talvolta prog e soul.

Discorso a parte la dimensione live, in cui la band non smette di sperimentare e mischiare le carte dilatando a dismisura l'ormai vasto songbook. Complice la formazione aperta che accoglie spesso e volentieri anche sul palco i musicisti sopracitati (Seaton, Hagfors, Fasolo ma anche Phill Reynolds e molti altri) creando esibizioni uniche e irripetibili, come hanno fatto band come Grateful Dead, da sempre grande esempio di attitudine e apertura mentale.

Le canzoni di “Fluttarn” raccontano quindi questi ultimi 3 anni intensissimi vissuti tra numerosi concerti, migliaia di km, mesi trascorsi in studio, collaborazioni con gli artisti che li hanno ispirati quando hanno iniziato a suonare, storie d'amore finite e amici che hanno lasciato questa terra, oltre a scelte di vita importanti votate alla musica che hanno portato a molti cambi di line up. Gli attuali C+C infatti vivono e lavorano con la musica in tutte le sue sfumature.

Fondamentale in tutto ciò è infatti il lavoro svolto assieme a La Famosa Etichetta Trovarobato, Modernista Booking e A Buzz Supreme Press & Publishing, realtà che da sempre operano nel settore musicale dedicandosi a progetti unici e sognanti, che tentano di andare oltre i confini artistici senza porsi limiti, spesso autoimposti da una scena piccola e provinciale come quella del cosiddetto “indie” italiano. Non per niente il booking europeo della band è curato dai berlinesi Paper and Iron Booking & co che lavorando con alcuni dei maggiori rapprensentanti della nuova scena folk internazionale come Angel Olsen, Rodrigo Amarante e Ryley Walker confermano questa attitudine aperta e senza confini.

Fluttarn” chiude la trilogia lessina in quanto ultimo disco dei C+C=Maxigross a essere registrato nel loro studio in Lessinia dove tutto è iniziato nel 2008. È ora di cambiare aria, ispirazioni e suggestioni… appunto “Forever Changes”. Lo studio verrà spostato e chissà in futuro con chi lavoreranno e collaboreranno.

Il titolo del disco “Fluttarn” è quindi un chiaro riferimento all'attitudine e al percorso che ha portato i C+C=Maxigross a essere quello che sono: un collettivo artistico musicale dalla formazione aperta in costante evoluzione, che ha iniziato semplicemente cantando assieme (Singar), ha poi alzato i volumi e l'intensità (Ruvain) e ora si ritrova a svolazzare e fluttuare sopra il suo mondo psichedelico.

 

La Famosa Etichetta Trovarobato

email: staff [at] trovarobato [dot] com
tel [booking]: 333 2544269
tel [ufficio stampa]: 347 3069627

Twitter

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com