Samuel Katarro

samuelkatarro-official

Samuel Katarro è la proiezione immediata, in termini di acid rock e psichedelia dal futuro, dei fantasmi che attraversano il personale romanzo di formazione di Alberto Mariotti, giovane emerso per ragioni imperscrutabili dalla più tipica provincia dell'Italia centrale. Sono spettri angosciosi ma buffi come gli elefanti rosa di Dumbo, e come loro si cullano nei misteri che essi stessi alimentano. La traduzione in suono di questi lampi visionari si rifà giocoforza al blues e all'apocalisse del post-punk, ribaltata e ibridata: la definizione di un mondo in cui il riscatto e la redenzione non sono previsti né attesi, semplicemente perché la realtà circostante ha deciso di poter farne a meno.
Samuel Katarro è il progetto solista di Alberto Mariotti avviato nel Maggio 2006.
L’idea iniziale del progetto Samuel Katarro è quella di unire la dimensione acustica scarna ed essenziale dei primissimi bluesmen e folksingers americani e la nevrosi di certa new wave americana degli anni ’70 (Pere Ubu, Devo, Talking Heads). Nel Novembre 2006 ottiene la vittoria al Rock Contest di Controradio, grazie al quale ha la possibilità di aprire i concerti di Jon Spencer, Pere Ubu e Cristina Donà e salire sul palco di Italia Wave. Nel mese di Maggio 2007 registra una decina di brani presso lo studio Larione 10 di Firenze, che costituiscono lo scheletro del suo primo album“Beach Party”. Nel maggio 2008 esce “ Il dono”, album tributo ai Diaframma di Federico Fiumani, al quale Samuel partecipa incidendo una versione roots-rock di “Diamante grezzo”.
Nel Novembre 2008 viene pubblicato da Angle Records il suo album d’esordio “Beach Party” co-prodotto e mixato da Marco Fasolo dei Jennifer Gentle. Il disco, che riceve ottime recensioni su diverse riviste specializzate, anche il rocker gallese Julian Cope si innamora di “Beach Party” e lo recensisce ottimamente sul suo sito ufficiale. Dopo numerose date in giro per l’Italia torna sul palco di Italia Wave nel luglio 2009, in quell’ occasione esegue la cover dei Creedence Clearwater Revival “Green River”, che verrà successivamente inserita nella compilation “1969-2009: omaggio a Woodstock”, distribuita in allegato alla rivista XL. Nel Settembre dello stesso anno Samuel incontra Patti Smith al teatro del Sale di Firenze, ricevendo numerosi complimenti dalla “sacerdotessa del rock” in persona. Pochi mesi dopo, in occasione del MEI di Faenza, arriva anche il premio “Fuori dal Mucchio” che consacra “Beach Party” come miglior album italiano d’esordio.
Ad Aprile 2010 è uscito il suo secondo album “The Halfduck Mystery”, registrato tra Dicembre e Gennaio al Bunker Studio di Rubiera. Il nuovo lavoro suona più colorato e psichedelico rispetto al cupo blues di “Beach Party” e vanta numerose collaborazioni. Samuel Katarro è attualmente in tour accompagnato dalla sua Tragic Band, che comprende Wassilij Kropotkin (violino, chitarra elettrica) e Simone Vassallo (batteria e percussioni).
Nel Novembre dello stesso anno Samuel bissa il successo al MEI ricevendo il premio come “Miglior artista solista” e nello stesso periodo partecipa alla compilation “La leva cantautorale degli anni zero” con il brano “I was the Musonator”.
 

La Famosa Etichetta Trovarobato

email: staff [at] trovarobato [dot] com
tel [booking]: 333 2544269
tel [ufficio stampa]: 347 3069627

Twitter

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com